Disabilità e lavoro: il ruolo del disability manager

Disabilità e lavoro: il disability manager è una delle figure chiave in termini di inclusione e valorizzazione. Professionalità fondamentali nelle aziende che vogliono approcciare l’inclusione con un mindset corretto.

Le ultime edizioni dell’Inclusion Job Day hanno visto sempre più aziende partecipanti, attrezzate in tal senso. Lo scopo dell’evento è quello di mettere in contatto le persone con disabilità e/o appartenenti alle categorie protette con le oltre 60 realtà imprenditoriali che hanno aderito con offerte di lavoro e agende colloqui.

Proprio dalle offerte di lavoro, più di 400 in piattaforma, l’orientamento evidenziato è sempre più legato alla ricerca di nuove figure professionali da inserire all’interno delle strutture aziendali.
Difatti, le richieste, sempre in merito alla tematica della disabilità e lavoro, spaziano tra diverse funzioni aziendali, partendo dal Finance, passando per i Sales ed il Marketing fino al Digital, IT e Engineering.
Il tutto conferma come i ruoli predefiniti intorno alla disabilità e lavoro stiano effettivamente lasciando il posto a mansioni e nuove professioni che includano e valorizzino sempre più i talenti delle persone con disabilità nel mondo del lavoro. In ognuna di esse, strutture dedicate e professionisti come disability manager sono deputati a rendere ancora più concrete le opportunità di inserimenti.

Disabilità e lavoro: la figura del disability manager

Tra gli aspetti chiave rispetto al tema della disabilità e lavoro troviamo la valutazione di tutta una serie di percorsi, processi e meccanismi interni all’azienda che andrà ad accogliere il nuovo personale.

Risulta pertanto fondamentale preparare al meglio il terreno, identificando all’interno del nuovo ambiente di lavoro tutti i punti precedentemente citati.
Il Disability Manager è una figura professionista qualificata e che focalizza il suo lavoro sulla persona disabile e sui processi di integrazione interni ed esterni al nuovo posto di lavoro. Fondamentale per svolgere al meglio questa mansione inerente al tema della disabilità e lavoro è sicuramente il livello di preparazione in diversi campi. Tra questi, quelli di maggiore rilevanza sono sicuramente la psicologia, la gestione delle risorse umane, competenze in campo di diritto ed essere sempre aggiornati in materia di normative, mercato del lavoro ed ultime tecnologie.

Disabilità e lavoro: le mansioni svolte dal disability manager

Parliamo quindi di una figura consulenziale che si occupa anche di mansioni operative. Affianca ed aiuta le aziende in tutti gli aspetti legati alla disabilità e lavoro. Partendo dall’inserimento delle nuove figure, passando per la cura dell’ambiente di lavoro e dei rapporti personali con i nuovi colleghi, fino ad arrivare all’obiettivo finale di valorizzare il talento della nuova risorsa. Ecco una lista delle principali mansioni svolte:

-Relazione con le componenti dell’Amministrazione comunali per porre l’attenzione sulla promozione dei talenti delle persone con disabilità.

– Delineare ed evidenziare le principali linee guida da seguire internamente alla nuova azienda. Ad esempio, segnaletiche per l’accesso ai servizi, rispetto degli standard cromatici e sulla simbologia il più possibile identificabile.

– Segnalazioni presso gli uffici competenti in materia di eventuali violazioni della Convenzione Internazionale delle Persone con Disabilità: https://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/disabilita-e-non-autosufficienza/focus-on/Convenzione-ONU/Pagine/Convenzione%20Onu.aspx

-Individuare e prevedere tutte le eventuali difficoltà che potranno compromettere l’inclusione e la valorizzazione della nuova risorsa aziendale.

Post correlati